Triumph: storia e modelli più iconici

0
56
triumph moto

Triumph: storia e modelli più iconici prodotti dalla casa di produzione britannica, nel post a cura di Lusso Mag

Il mondo delle motociclette è ricco di marchi che hanno lasciato un segno indelebile nella storia, ma pochi sono tanto venerati quanto Triumph. Con una storia che si estende per oltre un secolo, il marchio ha saputo conquistare il cuore di motociclisti di tutto il mondo grazie al suo design iconico, alle prestazioni eccezionali e alla capacità di innovare mantenendo fede alle sue radici.

In questo post vediamo insieme la storia del marchio Triumph e i suoi modelli più iconici. Bentornati su Lusso Mag, per il nostro appuntamento con le moto più famose e popolari!

Le origini di Triumph

La storia di Triumph inizia nel 1884 quando Siegfried Bettmann fonda la S. Bettmann & Co. a Coventry, Inghilterra, dopo aver lasciato la città di Norimberga.

Originariamente, la compagnia importa biciclette dall’Europa e le vende con il marchio “Triumph”. Nel 1902, Triumph costruisce la sua prima motocicletta, una bicicletta con un motore Minerva da 2.2 hp montato sul telaio.

Primi passi nel mondo delle moto per il brand sono legati a tre date in particolare:

  • 1902. La prima moto Triumph, dotata di un motore belga Minerva, fa il suo debutto. Questa moto segna l’inizio dell’epopea motociclistica di Triumph.
  • 1905. Triumph produce il suo primo motore interno, segnando l’inizio della produzione di moto completamente realizzate in-house.
  • 1915. Durante la Prima Guerra Mondiale, Triumph diventa il principale fornitore di motociclette per le forze armate britanniche, consolidando la sua reputazione di affidabilità e robustezza.

L’età dell’oro: gli anni ’50 e ’60

Gli anni ’50 e ’60 sono spesso considerati l’età dell’oro per Triumph. Durante questo periodo, il marchio ha prodotto alcune delle moto più iconiche e amate di tutti i tempi. Vediamole insieme.

Triumph Bonneville

Nel 1959 la Triumph Bonneville T120 viene lanciata e diventa rapidamente una delle moto più iconiche della storia. Con il suo motore bicilindrico parallelo da 650 cc, la Bonneville è famosa per le sue prestazioni e il suo design elegante.

Il nome “Bonneville” deriva dai successi della Triumph nelle prove di velocità sul Lago Salato di Bonneville.

Triumph Thunderbird

Prima di quella data, nel 1949, viene lanciata la Triumph Thunderbird 6T. Con il suo motore bicilindrico da 650 cc, la Thunderbird è stata una delle prime moto ad essere venduta in grandi numeri negli Stati Uniti.

La sua popolarità cresce ulteriormente quando Marlon Brando la guida nel film “Il selvaggio” del 1953.

Triumph TR6 Trophy

Nel 1956 viene lanciata la TR6 Trophy come una moto da strada con capacità fuoristrada. Diventa famosa grazie a Steve McQueen, che la guida nel film “La grande fuga” del 1963, consolidando il suo status di icona culturale.

marlon-brando-foto

Innovazione e rinascita: dagli anni ’80 ad oggi

Dopo un periodo di difficoltà finanziarie negli anni ’70, Triumph è rinata sotto la guida di John Bloor, che acquista i diritti del marchio nel 1983. Bloor ha modernizzato la produzione e ha introdotto nuovi modelli che combinano l’eredità di Triumph con la tecnologia moderna. Vediamo quali sono.

Triumph Tiger

Nel 1993 viene introdotta sul mercato la Triumph Tiger 900 come una moto adventure. Con il suo motore a tre cilindri e la capacità di affrontare sia la strada che il fuoristrada, la Tiger diventa un modello di riferimento nel segmento delle moto adventure.

Triumph Speed Triple

Un anno più tardi, 1994 abbiamo il lancio di Triumph Speed Triple, che rapidamente diventa una delle moto naked più popolari. Con il suo design aggressivo e il motore a tre cilindri, la Speed Triple è amata per le sue prestazioni dinamiche e il look distintivo.

Triumph Rocket III

Nel 2004 è l’anno della Triumph Rocket III. Il motore da 2.294 cc è il più grande mai montato su una moto di produzione. La Rocket III è famosa per la sua incredibile coppia e le prestazioni mozzafiato, stabilendo nuovi standard nel segmento delle cruiser.

Triumph oggi: una combinazione di tradizione e innovazione

Oggi, Triumph continua a essere un marchio leader nel settore delle motociclette, combinando la tradizione con l’innovazione per creare moto che sono tanto eleganti quanto performanti.

La Triumph Street Twin viene lanciata, ad esempio, nel 2016 come parte della nuova linea Bonneville. Con il suo design classico e il motore moderno, la Street Twin rappresenta perfettamente la filosofia di Triumph di combinare passato e presente.

Altro modello famoso è la Triumph Daytona 675, prodotta dal 2006 al 2018. Guizzante e ben dotata, con i suoi 3 cilindri 12 valvole è imbattibile sui percorsi guidati.

La Triumph Scrambler 1200 viene introdotta, invece, nel 2019 come una moto versatile che può affrontare sia la strada che il fuoristrada. Con il suo motore bicilindrico parallelo e il design robusto, la Scrambler 1200 è ideale per gli avventurieri moderni.

Triumph Daytona 675

Conclusioni

La storia di Triumph è una testimonianza della capacità del marchio di evolversi e innovare pur mantenendo un forte legame con le proprie radici. Dalle prime moto agli iconici modelli degli anni ’50 e ’60, fino alle moderne motociclette che combinano stile e tecnologia, Triumph continua a rappresentare il meglio del motociclismo britannico.

Chi è amante delle moto non può che apprezzare questo brand come uno dei fiori all’occhiello dell’intera industria delle due ruote. Alla prossima con gli approfondimenti dedicati alle moto sportive, a cura di Lusso Mag!