Pavimenti per esterni, una scelta sempre più estetica

0
144
salottino da giardino foto

Apri tutte le porte e fai entrare il sole, canta ormai da settimane Gianni Morandi, e ora finalmente possiamo dare ascolto ai suoi suggerimenti: la primavera è arriva e riporta il bel tempo, che ci fa sentire di nuovo con forza la voglia di trascorrere momenti sereni all’aperto, approfittando quando possibile degli esterni alla casa, terrazzi o giardini che siano. Prima però di rilassarci, dobbiamo controllare che questi ambienti siano ancora in buone condizioni, pensando eventualmente a un intervento di ristrutturazione che riguarda la pavimentazione.

Pavimentazione per esterni, l’elemento centrale dello spazio outdoor

Data la continua esposizione ad agenti atmosferici e la continua sollecitazione, i pavimenti per esterni devono infatti essere sempre in perfetta forma, e anche nella scelta dei prodotti nuovi bisogna prestare particolare attenzione ad alcune caratteristiche tecniche, prima ancora che estetiche.

Il primo elemento da investigare sono i materiali, che devono essere resistenti agli elementi climatici e alle intemperie, capaci di sopportare al meglio gli sbalzi di temperatura e il gelo, e allo stesso tempo avere caratteristiche drenanti per riuscire a reggere anche le precipitazioni piuttosto abbondanti. Per questo motivo i leader di settore primo fra tutti Iperceramica,  offrono gamme  di pavimenti esterni esclusivamente in gres porcellanato, l’unica tipologia di ceramica che  assicura prestazioni sufficienti  in ambienti esterni.

I vantaggi del gres porcellanato

Il gres porcellanato da esterni è infatti un materiale ottenuto dalla cottura in forno, a temperature comprese tra i 1200° ed i 1400°, di un mix di materie prime, che comprende argilla ceramica, caolino, feldspato e sabbia. Da questo procedimento si ottiene una ceramica a pasta dura, che permette di contare su lastre particolarmente durature, in quanto resistenti alla pressione, alla flessione e ai danni dovuti all’usura, ma anche di scarsa porosità, che si traduce in un tasso di assorbimento dell’acqua piuttosto basso, che le rende in pratica impermeabili.

La scelta del gres non offre soltanto ottime garanzie dal punto di vista tecnico, ma assicura un’ampia gamma di scelte per quanto riguarda l’aspetto estetico, dal momento che le piastrelle realizzate con questo materiale permettono di scegliere tra numerosi “effetti” e pattern decorativi.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Questo aspetto è molto importante, perché la pavimentazione assume un ruolo fondamentale nella definizione del nostro spazio outdoor e contribuisce a renderlo confortevole e sicuro. Oggi, infatti, abbiamo compreso quanto conti la scelta del giusto tipo di lastra o mattonella a ricoprire gli esterni di terrazze o giardini, perché definisce lo spazio, conferisce lo stile all’ambiente e porta avanti la “filosofia” che abbiamo già adottato nell’interior design, con cui l’outdoor deve sempre dialogare.

Se ne abbiamo possibilità, gli esterni diventano quindi un laboratorio per applicare tante idee per un restyling creativo, all’insegna di una concezione di spazio aperto che sia armoniosa, coerente e accattivante.

Le possibili soluzioni di design

In fatto di design per esterni, le tendenze attuali si orientano verso uno stile confortevole ed ecologico, caratterizzato da materiali naturali, tonalità rilassanti e arredi dal design lineare ed ergonomico: in quest’ottica, i pavimenti effetto legno sono perfetti per il terrazzo perché coniugano estetica e funzionalità, combinando tutti i vantaggi del legno vero con alcuni vantaggi pratici, quali la resistenza a intemperie e macchie che rende, quindi, questi pezzi capaci di conservare nel tempo inalterato il colore e più facili da pulire e manutenere.

Le piastrelle in gres “effetto pietra”, invece, sono molto indicate sia per le pose a secco in giardini progettati per ottenere un effetto naturale, in cui le aree verdi e quelle pavimentate si integrano in maniera armonica, che per la posa su massetto.

Le piastrelle in gres “effetto cotto”, infine, si addicono maggiormente a contesti rurali ed esterni in stile rustico o vagamente vintage, come ad esempio le verande delle case di campagna, non solo per l’aspetto grezzo ma anche per la resistenza e l’impermeabilità che il cotto autentico non può garantire.